Nulla è perduto

Il Leicester rallenta la corsa verso il paradiso ma niente è perduto. Contro l’altra sorpresa della stagione, il West Ham, va in vantaggio, perde il suo bomber per doppia ammonizione, si fa prima raggiungere poi superare ed infine, grazie ad un rigore all’ultimo sospiro, ristabilisce la parità (2-2). La partita è molto tattica e non è una sorpresa viste la posta in palio e le nazionalità dei due manager. Quello italiano rende il 4-4-2 classico più propositivo avanzando il raggio d’azione di Mahrez e Albrighton sulla stessa linea di Okazaki. L’obiettivo ha una doppia valenza: arginare le avanzate dei laterali ospiti e supportare con più uomini l’estro di Vardy che anche oggi esprime  tutta la sua classe in occasione della rete del vantaggio, arrivata dopo la più classica delle azioni di rimessa. Nel primo tempo il Leicester dimostra di avere le qualità per vincere in campionato: solidità, concentrazione e lucidità di pensiero. Certamente il suo gioco non ruba l’occhio ma è terribilmente efficace. Il West Ham gioca con il suo consueto ritmo ma la fase offensiva non sembra creare grossi problemi ad una linea difensiva dai meccanismi ormai consolidati. Ad essere onesti i londinesi possono chiedere i danni al fato visto che al primo minuto il colpo di testa di Kouyaté, deviato da Schmeichel, colpisce entrambi i pali. A vivacizzare il match ci pensa Vardy che rimedia il secondo cartellino giallo, il rigore trasformato dal West Ham per il pareggio e la magia di Creswell con la quale porta in vantaggio la formazione della capitale. Tra lo sgomento dei tifosi, la partita riprende e come spesso accade in Inghilterra sembra non finire mai. A qualche secondo dalla fine del recupero l’arbitro decreta un altro rigore, questa volta per il Leicester. Quando Ulloa spiazza il portiere del West Ham tutto sembra meno amaro. La cosa certa è che questo pareggio non deve minare le certezze del Leicester. Ci sono ancore le premesse per rendere questa stagione indimenticabile.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Analysis & Tactics

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: