I tre secondi di Eran Zahavi

Fondamentalmente, non c’è un motivo determinante per cui la storia di Eran Zahavi, numero tredici nella classifica per la scarpa d’oro, meriterebbe di essere raccontata. Non ha compiuto nulla di più significativo rispetto a migliaia di altri calciatori e non ha nemmeno un percorso di vita memorabile. Ha 28 anni, gioca nel Maccabi Tel Aviv ed il suo valore di mercato si attesta intorno ai 3 milioni (fonte transfermarkt). Nel 2011 il Palermo lo acquista dall’Hapoel Tel Aviv per un milione e mezzo. Eran firma un contratto quinquennale fino al 2016: è il primo giocatore israeliano a vestire la maglia rosanero. In campionato, contro il Cagliari, è il momento del primo goal, semplicemente sensazionale: da fuori area, in una posizione defilata sulla sinistra, Eran calcia la palla con l’interno collo del piede destro e dipinge una traiettoria che prima rientra e poi esce, andando ad impattare l’interno del palo lontano per poi spegnersi tra le braccia della rete. Tutto questo al sedicesimo secondo dall’inizio della partita. Il secondo goal, per nulla sensazionale e tantomeno bello, giunge contro il Bologna. Non ci sarà un terzo goal, perché dopo sole ventitré presenze in diciotto mesi, Zahavi dice addio all’avventura italica e torna in patria, a Tel Aviv, questa volta alla corte del Maccabi Tel Aviv. Nella stagione 2013-2014, più che forte con i suoi 26 goal, Eran si aggiudica il titolo di capocannoniere della Ligat ha’Al, il massimo campionato israeliano. Da quell’anno fino ad oggi, i goals totali segnati da Eran con il Maccabi sono 106 in 154 partite, numeri certamente apprezzabili se si chiude un occhio davanti alla mediocre difficoltà del campionato israeliano.
I 3 secondi
Zahavi ci ha preso gusto a far parlare di sé tra le genti di Israele. Nella stagione passata, nel bel mezzo del derby giocato contro i nemici dell’Hapoel Tel Aviv, un tifoso di questi, con tanto di fiero torso nudo, decide di invadere il campo da gioco e di dirigersi verso Zahavi. Gli si scaglia addosso e, dopo qualche spintone, Eran decide di mettere k.o. il tifoso avversario stampandogli i tacchetti sulla pancia. La polizia, intervenuta colpevolmente in ritardo, separa i due, mentre l’arbitro decide di sancire la vittoria del round per Zahavi con un fiammeggiante cartellino rosso.
In quest’ultima stagione, fino ad adesso, i goals segnati da Eran Zahavi sono ventisette. Se, nel regolamento per l’assegnazione della scarpa d’oro, il coefficiente di difficoltà del campionato israeliano fosse pari a 2 e non a 1,5 quale invece è, Zahavi potrebbe di diritto puntare a conquistarsi la scarpa d’oro, avendo segnato al momento ventisette goals, solo tre goals in meno rispetto ad Higuaìn e Jonas.
Come affermato ad inizio articolo, quella di Zahavi è una storia come tante, ignorato qualche aspetto insolito o realizzativo. Solo un evento, dalla durata di tre secondi, potrebbe contraddire questa tesi. Il 23 gennaio di quest’anno, nella partita contro il Maccabi Petah Tikv, in un baleno di 3 secondi, Zahavi riceve un cross dalla trequarti che converte in rete a seguito di una rovesciata in caduta libera dopo qualche passo all’indietro. Il gesto atletico è tanto bello quanto raro, non è una rovesciata classica. Secondo il tabloid inglese Mirror, questa rete potrebbe proiettare Zahavi verso la conquista del trofeo Puskas, premiatore della rete più bella dell’anno. Chissà se saranno questi i 3 secondi che permetteranno ad Eran Zahavi di assaggiare la gloria e di dare un senso definitivo alla sua carriera, come è stato l’anno passato per Wendell Lira, giocatore brasiliano totalmente sconosciuto ma che, a seguito di una bellissima rete, ha vinto il trofeo Puskas e, il mondo lì, per pochi momenti, a lodarne la gloria.
foto 1(2)
Matteo Fortuzzi

Annunci


Categorie:Report

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: