La Roma tiene il passo

Nonostante una vigilia a dir poco movimentata, la Roma continua la sua striscia di vittorie battendo (5-0) un Palermo che mai ha dato l’impressione di essere pericoloso. Nei primi trenta minuti la squadra ospite è riuscita, grazie ad un atteggiamento difensivo, a soffocare ogni azione della squadra di Spalletti che per l’occasione ha scelto un centrocampo a rombo con Keita davanti alla difesa, due intermedi Nainggolan e Florenzi, e Pjanic nel ruolo di trequartista alle spalle di Dzeko e Salah che in diverse occasioni ha giocato molto largo sulla destra per poi accentrarsi e concludere con il piede mancino.
A spezzare un ritmo che ha portato poche conclusioni, ci ha pensato Dzeko con una conclusione al lato sebbene la punta fosse posizionata ad una manciata di metri da una porta completamente vuota. Evidentemente questo episodio ha fatto scattare in Dzeko un processo interiore con il quale il livello di orgoglio e rabbia hanno toccato picchi importanti. Oltre a ciò si è ricordato come si segna e due minuti più tardi ha scaraventato in rete la palla del vantaggio grazie ad un gesto tecnico che forse, dalle parti dell’Olimpico, non si vedeva dai tempi di un certo Gabriel Batistuta. Sul risultato di uno a zero, per la Roma è stato tutto troppo semplice e minuto dopo minuto il Palermo è definitivamente scomparso dal terreno di gioco, consentendo ai giallorossi di segnare altre quattro reti a firma di Keita, Salah (2) e ancora Dzeko (per la seconda volta bravo nel sorprendere i due centrali ospiti). Un’altra perla è stata anche quella dell’egiziano, in occasione della quarta rete, con un tiro ad effetto con la palla sulla linea di fondo. Chiusura per il ritorno sul rettangolo verde di Kevin Strootman che dopo mesi e mesi di sofferenza si è sentito di nuovo un calciatore vero. Tale emozione è stata amplificata dai suoi tifosi che gli hanno tributato un enorme bentornato da brividi.
Al triplice fischio finale la gioia per l’ennesima vittoria e per i cinque goal hanno preso possesso di tutto lo stadio, quasi a voler scacciare i brutti pensieri circa l’affare Totti che a conti fatti non ha influito sul buon esito del match.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Analysis & Tactics

Tag:, , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: