Verso l’ultimo orizzonte

Aveva ragione chi diceva che Londra ha l’eleganza della classe e del prestigio, Roma l’eleganza della storia e dell’umanità, e Parigi l’eleganza delle armonie e della grandeur. Mentre il pinnacolo della torre Eiffel pare graffiare il cielo in movimento sopra Parigi, gli Champs-Élysèes ci conducono all’Arc de Triomphe fatto costruire per celebrare le numerose battaglie combattute e magnificamente vinte dall’imperatore Napoleone Bonaparte. Ma gli occhi di Parigi non possono voltarsi e guardare solo al passato, amano scrutare l’orizzonte e incamminarsi verso il futuro, e proprio così dalla cima della torre d’acciaio si possono notare in lontananza dei grattacieli che infrangono la lineare orizzontalità del profilo urbano: il quartiere la Dèfense, con il suo volto di cemento, ferro e vetrate, è il più grande quartiere finanziario d’Europa.

1

Sugli spalti dei Principi
La Senna, il fiume che eternamente viene partorito dalle falde della Borgogna, assiste da secoli all’evolversi della vita parigina, e non lontano dal suo corso, nella zona occidentale della città, nel 1897 osserva con curiosità la prima incarnazione del Parc des Princes nelle sue fattezze di velodromo, per poi cambiare abito nel 1972 e diventare uno stadio esclusivamente adibito per partite di calcio e rugby. Luogo di gioia e delusione del popolo francese, nell’estate del 2016 la casa del Paris Saint-Germain ospiterà alcune partite dei gironi eliminatori e una partita degli ottavi di finale, il tutto in un’atmosfera acustica da caisse de rèsonnance , come sono soliti affermare i giornalisti sportivi francesi. Questo divampante effetto acustico risuona in tutto il suo vigore quando i tifosi del Paris urlano il celebre “Ici c’est Paris”. Negli anni ’80, nel grembo della tifoseria parigina, sono stati piantati i semi dell’ideologia hooligan e il Kob (Kop of Boulogne), nome assunto dai tifosi più estremisti su modello dei tifosi hooligan di Liverpool, ha radicato i propri vessilli e le spregevoli violenze sulle gradinate del calcio parigino. Nel 2006, nel corso di un match contro l’Hapoel Tel Aviv, il giovane membro dei Kob, Julienne Quemener, è stato ucciso da un proiettile sparato da un poliziotto mentre cercava di difendere dagli attacchi degli ultrà un tifoso israeliano. Nel 2008, durante la finale della coppa di lega, i Kob hanno esposto striscioni contro i tifosi dell’RC Lens, dandogli degli incestuosi pedofili disoccupati: con quell’atto, la dissoluzione dei Kop de Boulogne ha avuto inizio ed oggi, a seguito di severissime misure disciplinari, i Kob hanno sopito i loro istinti più primitivi.

2

3

4

5

Verso l’ultimo orizzonte
Questo viaggio verso gli europei francesi non poteva che condurci verso la più imponente e maestosa arena di Francia: lo Stade de France, ultima meta di questo viaggio tra le meraviglie culturali e calcistiche dell’appariscente Marianne. Con i suoi 81 mila posti, situato a nord di Parigi nel comune suburbano di Saint-Denis, lo stadio è stato inaugurato nel 1998 con un goal di Zidane nella partita amichevole tra Francia-Spagna vinta dai galletti. Nell’estate dello stesso anno la rappresentativa francese, guidata dallo stesso fenomenale prestigiatore Zidane, ha vinto in una partita leggendaria la finale contro il Brasile per 3 reti a 0, con doppia firma del numero 10. In questa struttura, casa anche della nazionale di rugby ma di nessun club calcistico, si giocherà la finale degli europei, con la speranza del popolo francese che lo stadio sia ancora il portafortuna che è stato finora: delle 75 partite disputate in questo stadio, la Francia ne ha perse solamente 11. Al termine di questo Grand Tour francese, non ci resta che conoscere tutti i nomi dei pretendenti al trono francese che i blues cercheranno di difendere in nome dei loro tifosi e di un popolo intero che da troppi anni aspetta di alzare nuovamente una coppa. Per il momento, reimmergiamo e lasciamo smarrire lo sguardo tra i tratti dell’orizzonte armonico, nobile e solenne dell’amata Ville Lumière.
Matteo Fortuzzi
6

Annunci


Categorie:Report

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: