Lo stadio di legno

Alle spalle il tifo altamente infiammabile di Marsiglia, davanti agli occhi il cuore pulsante della costa azzurra, Nizza, mentre si specchia nel limpido mare che bagna il suo fianco sabbioso.
Il nome della città deriva da una vittoria in battaglia: quando fu fondata nel 350 a.C. dai greci di Marsiglia, questi diedero al nuovo centro abitato il nome di “Nikaia” in onore del trionfo ottenuto contro la popolazione ligure confinante (Nike è la dea greca della vittoria). Per molti secoli le genti nizzarde parteciparono alla storia e alle vicende italiane, fino a ritrovare l’identità francese nel 1860 dopo gli accordi tra Cavour e Napoleone III alla fine della seconda guerra d’indipendenza.
Oggi Nizza è una delle mete turistiche più apprezzate di Francia e, nel 2016, accoglierà tra le sue mura i numerosi tifosi che accorreranno dai diversi angoli d’Europa per sostenere l’avanzata della propria nazionale fino a Parigi. Il nostro soggiorno in questa città sarà prolungato: nella prima parte analizzeremo il neo impianto sportivo dove gioca le sue partite l’espressione calcistica di Nizza, mentre, nella seconda conosceremo la storia della squadra cittadina e le vicissitudini e tradizioni dei tifosi nizzardi.

foto1

Nel cuore dell’Eco Vallèe
Nel dipartimento del Var, poco più a ovest di Nizza, si sta realizzando l’ambizioso e nobile progetto di creare un’area di 10 mila ettari, di cui 450 da urbanizzare, dove può essere possibile vedere realizzato quello che è uno degli obiettivi più impellenti del terzo millennio: l’eco-sostenibilità.
In questo progetto sempre meno utopico e sempre più reale, rientra lei, la casa della squadra di Nizza, l’OGC Nizza: stiamo parlando dell’ammaliante Allianz Riviera. La prima parte del nome non può che ricordare il celeberrimo stadio di Monaco di Baviera, casa del Bayern: l’Allianz Arena. Come è intuibile, il motivo è riscontrabile nello zampino della compagnia tedesca di assicurazioni, l’Allianz appunto, che con i francesi ha firmato nel 2012 un accordo di denominazione per assicurarsi la visibilità nominale.
La struttura, disegnata dall’abile matita dell’architetto Wilmotte, è stata completata in poco più di due anni e il suo manto erboso è stato calpestato per la prima volta dai tacchetti dei giocatori il 22 settembre del 2013, nella partita di campionato tra il Nizza e il Valenciennes.
Ma l’Allianz Riviera non sarà solo la casa del calcio, ma anche del rugby, del tennis su erba, ospiterà manifestazioni di moto, auto, concerti e spettacoli. Sarà quindi la casa non solo dei tifosi, ma di tutti.
L’aspetto dell’impianto riprende nella forma generale quello dell’Allianz Arena ma la natura dei suoi materiali lo rende particolarmente speciale: la parte interna è stata costruita interamente con legno lamellare e metallo, tanto da essere riconosciuto come la struttura tridimensionale in legno più grande del mondo. La copertura superiore dello stadio è rivestita da pannelli fotovoltaici: durante la notte rilasciano la luce per illuminare l’andamento curvilineo della struttura.
Inoltre esiste un sistema di raccolta piovana che permette allo stadio di produrre l’energia di cui ha bisogno, e se a questo si aggiunge il sistema di ventilazione naturale, il riscaldamento geotermico e la completa riciclabilità di ogni materiale dello stadio, allora si apprende veramente come un mondo nuovo sia possibile. Ma qual è il prezzo di questo “nuovo mondo”? Il costo dell’intera operazione si attesta intorno i 218 milioni di euro, di cui 85 provenienti da sovvenzioni pubbliche (fonte Sky Sport). Se lo Juventus Stadium, tra acquisto dei diritti di superficie e realizzazione dell’opera, è costato intorno ai 130 milioni di euro, per quanto sia moderno ed ecocompatibile non è paragonabile all’Allianz Riviera: questo il prezzo dell’eco-sostenibilità.

foto2

Matteo Fortuzzi

Annunci


Categorie:Report

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: