Il muro delle meraviglie

Era la fine del 1995 quando gli Oasis pubblicarono (forse) il loro miglior album: What’s the story morning glory. Di questo lavoro la traccia più famosa fu, senza dubbio, quella numero tre dal titolo Wonderwall, letteralmente “il muro delle meraviglie”.
Come la maggior parte degli appassionati di musica e football sa, Liam e Noel Gallagher sono due fratelli in continuo disaccordo tranne che su una cosa: il tifo per il Manchester City e proprio il ritornello della loro wonderwall sembra racchiudere il pensiero dei tanti tifosi azzurri usciti sconfitti dallo scontro con lo United :<<…e tutte le strade che conducono a te sono tortuose – e tutte le luci che illuminano la via sono accecanti – ci sono molte cose che vorrei dirti – ma non so in che modo farlo…>>. Al “teatro dei sogni” infatti, i padroni di casa del Manchester United non solo battono meritatamente l’altra squadra della città per 4-2 (di Young, Fellaini, Mata e Smalling le reti), ma certificano lo stato di crisi della formazione di Pellegrini che piomba al quarto posto in graduatoria con un ritardo di dodici punti dal Chelsea primo.
Filosofie a confronto
Il Manchester City parte subito forte sfruttando una fase difensiva del Man Utd dai modesti sincronismi. Nell’arco di due minuti si rendono pericolosi con Navas (tiro parato) e Aguero che al centro dell’area sfrutta l’assist di Silva. Sullo 0-1 sembra tutto facile per gli ospiti ma minuto dopo minuto la macchina sofisticata di Van Gaal prende il sopravvento sulla tattica conservativa di Pellegrini. L’allenatore olandese opta per uno schieramento offensivo privo di un attaccante centrale per far spazio a quattro giocatori che uniscono tecnica e velocità. Davanti alla difesa, sulla quale c’è ancora da lavorare anche per l’assenza di un trascinatore, piazza Carrick, giocatore di esperienza e senso tattico. Il nazionale inglese funge da terzo centrale difensivo mentre in fase attiva innesca i giocatori di attacco. Qualche metro più in avanti un poker di calciatori dalle caratteristiche diverse che si miscelano alla perfezione. Mata sull’out di destra vicino a Herrera più centrale mentre sulla fascia mancina Young duetta con Fellaini. In avanti Rooney è il fulcro del gioco offensivo grazie ai suoi movimenti atti a ricevere la sfera spalle alla porta per far salire i centrocampisti. Pellegrini invece cerca di gestire il match con il consueto 4-2-3-1. Al centro della difesa Kompany e De Michelis soffrono la rapidità di Rooney & co., Yaya Toure e Fernandinho non trovano le misure per arginare le geometrie di Carrick. In avanti Milner ha davanti a se un avversario ostico come Valencia mentre Navas, nonostante un Blind rivedibile, è discontinuo. A livello personale l’unico ad essere contento è Aguero che segna la rete iniziale e quella del definitivo 4-2.
Attitudine e rabbia
La differenza tra United e City è da ricercare in primo luogo nella preparazione fisica. Una caratteristica del raffinato impianto di gioco del manager olandese è l’intensità. Pressing, movimenti armonizzati e tanta corsa sono le armi dei locali con le quali schiacciano un avversario privo di rabbia agonistica e mordente, doti necessarie per affrontare un match così importante. Al triplice fischio finale il teatro dei sogni si trasforma nell’inferno dove la gioia dei diavoli rossi esonda mentre le certezze dei campioni di Inghilterra in carica si frantumano come quelle dei tifosi che “vorrebbero dire tante cose ma non sanno in che modo”. Quasi certamente Liam e Noel saprebbero come fare.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Analysis & Tactics

Tag:, , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: