Adelante Barcellona!

Come in un opera d’arte musiva, i tifosi del Barcellona, per un occasione speciale come il classico, hanno creato una coreografica mozzafiato, sollevando al cielo migliaia di tessere variopinte rappresentanti i colori della squadra che in tutto il mondo è considerata “più che un club”. Tale tributo è stato di buon auspicio visto che la formazione locale, grazie ad un finale in crescendo, è riuscita a battere per 2-1 il Real Madrid. Dopo il vantaggio di Mathieu (19′) ed il pareggio di Ronaldo (31′), fino a quel momento non proprio un fattore, il Barcellona ha rimesso la testa in avanti grazie ad un prodigio di Suarez che nell’occasione ha combinato senso della posizione, tecnica e precisione.
Le scelte degli allenatori
L’allenatore italiano del Madrid ha optato per un centrocampo a tre formato da Kroos perno centrale davanti alla difesa con due intermedi dai piedi raffinati e dalle geometrie pulite come Modric e Isco; in avanti il trio delle meraviglie Bale, Benzema e Cristiano Ronaldo. Il francese, fin dalle prime battute, si è mosso con continuità, defilandosi sulla fascia sinistra sia per eludere la marcatura di Mathieu e Piqué sia per creare spazio in favore dei suoi compagni di reparto. Luis Enrique, non avendo a disposizione Busquets al cento per cento, ha riproposto Mascherano nel vecchio ruolo di “volante” dopo alcuni anni trascorsi nel cuore della difesa. La proposta dell’allenatore asturiano non ha portato i frutti sperati, perché l’argentino è sembrato più preoccupato a difendere che a creare gioco. Ai suoi fianchi, Iniesta e Rakitic hanno supportato Messi, schierato sulla destra, Suarez e Neymar, posizionato sulla fascia mancina.
El pistolero
Il giocatore uruguaiano è stato schierato al centro dell’attacco per sfruttare la sua rapidità di movimento ma non solo. Giocando spalle alla porta è stato il primo compagno di attacco sul quale si sono appoggiati Iniesta e compagni. Grazie alla sua capacità di tenere la palla incollata al piede unitamente al baricentro basso che gli consente spostamenti destabilizzanti per chi ha l’arduo compito di marcarlo, Suarez si è esibito in alcuni passaggi filtranti da vero assist-man. Oltre a ciò la vera perla (solo a fine campionato sapremo di quale valore) è stata la rete del definitivo vantaggio con il quale ha affossato il Real Madrid. Nei minuti successivi infatti, il Barcellona ha ripreso a giocare con continuità, arrivando dalle parti di Casillas con facilità. La manovra è tornata più fluida grazie sopratutto all’armonico sincronismo del tridente di attacco che in certi frangenti è sembrato giocare ad occhi chiusi.
Gli sconfitti
Il Real Madrid ha giocato un discreto primo tempo durante il quale ha avuto il merito di agguantare il pareggio nel momento migliore del Barcellona che una manciata di secondi prima del goal di Ronaldo ha avuto sui piedi di Neymar l’occasione di scrivere un altro copione. Il portoghese fino a quel momento è stato praticamente assente ma grazie ad un tocco più scaltro che arduo è riuscito a rimettere il risultato in parità. Da quel momento gli ospiti hanno preso le misure grazie a Modric ed a Marcelo che ha saputo sfruttare la scarsa vocazione difensiva del suo dirimpettaio Dani Alves. Nella seconda frazione di gioco, come già documentato, è arrivata la rete di Suarez che a circa trenta minuti dalla fine ha chiuso i giochi. Al triplice fischio è arrivata quindi la soddisfazione del Barcellona che, grazie a questa vittoria, ha potuto inserire, all’interno del suo mosaico, altri quattro tasselli. Quattro come i punti che ha messo tra se ed il Real Madrid.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Analysis & Tactics

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: