Questione di attitudine

Alla fine ha vinto la squadra che ha dimostrato di saper giocare e decifrare meglio questo tipo di partite. La Roma potrà recriminare sugli episodi sfortunati – vedi conclusione di Gervinho parata nel primo tempo e palo di Manolas sul risultato di zero ad uno – o anche sul pareggio di Mosca pervenuto all’ultimo respiro. La verità è che il Manchester City, nonostante le defezioni importanti, è mancata in toto la spina dorsale della squadra: Kompany, Yaya Toure e Aguero, ha dimostrato di saper amministrare incontri così importanti, giocando con lucidità e calma e con la consapevolezza di poter trafiggere l’avversario alla prima occasione utile. La Roma, dal canto suo, ha messo in campo grinta e carattere ma alla fine non sono bastati; a differenza degli inglesi, sono mancati giocatori come Totti, Pjanic e Keita da cui ti aspetti intuizioni e giocate al di sopra della media.
Mister Pellegrini, conscio della forza della Roma, specialmente sulle corsie esterne e sapendo di dover fare a meno di un giocatore universale come Toure, opta per un 4-4-1-1 sia per tamponare le avanzate di Gervinho, Ljajic e dei terzini di casa sia per creare superiorità numerica sulle fasce a beneficio di una torre come Dzeko. La catena di destra è formata da Zabaleta e Navas mentre su quella mancina hanno agito Clichy e Milner. Qualche metro più avanti il talento di Nasri a supporto della punta bosniaca. Il giocatore ex Arsenal ha veleggiato tra le linee, si è spesso allargato per favorire gli inserimenti dei compagni, ha dialogato con gli esterni per raggiungere la linea di fondo ed, in fase difensiva, ha cercato di arginare i giocatori romanisti deputati all’impostazione. Nella seconda frazione di gioco, con il risultato ancora inchiodato sullo zero a zero, il Manchester City ha deciso di aumentare il ritmo e senza indugio ha capitalizzato al meglio le occasioni create da Nasri, bravo nel tramutare in rete l’unico tiro scagliato nello specchio della porta ed in occasione dell’assist per Zabaleta che ha definitivamente messo la parola fine al match.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Cafè Trotter

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: