Il Bayern anticipa il Natale

Grazie a gli errori di Alonso prima e Boateng dopo, il Manchester City ribalta il risultato (3-2) e conquista tre punti indispensabili in ottica ottavi di finale. A sfruttare i regali dei bavaresi è il solito Aguero a cui i tifosi di casa regalano una sentita standing ovation. I ragazzi di Guardiola, nonostante giochino in dieci dal 20′ del primo tempo (chi se ne accorto ?), rimontano lo 0-1 iniziale prima di capitolare negli ultimi cinque minuti quando la stanchezza è un fattore determinante.
Centrocampo Manchester
Pellegrini rinforza il centrocampo mandando in campo Fernando nel ruolo di mediano davanti alla difesa ed una batteria di quattro giocatori offensivi a supporto di Aguero. Navas e Nasri presidiano le fasce mentre al centro agiscono Milner – con compiti più votati al contenimento – e Lampard. Nessuno di loro però è decisivo. Gli esterni appaiono spenti e poco propositivi, Milner fuori ruolo e Lampard non è il temibile incursore e stoccatore che conosciamo. Solo negli ultimi minuti della partita si vede qualche cosa di più ma è oggettivamente poco vista la notevole quantità di talento di questi giocatori.
Centrocampo Bayern
La novità del Bayern è la presenza nell’undici titolare di due ragazzi molto giovani: Rode e Hojbjerg rispettivamente classe 1990 e 1995. Fedele, come sempre alle sue idee, Guardiola li butta nella mischia posizionandoli nella zona più importante del campo (ai lati di Alonso). Per il primo il match dura solo venti minuti, visto l’avvicendamento con Dante entrato per sistemare una difesa orfana di Benatia, espulso per fallo da ultimo uomo. Il secondo non appare spaesato e senza strafare riesce a mantenere concentrazione e posizione
Lewandowski
Dopo la rete di Aguero ed il successivo pareggio di Alonso su calcio di punizione, l’attaccante polacco mette in mostra tutte le sue migliori caratteristiche di goaleador: senso della posizione e scaltrezza. Su un lancio dalla trequarti di Boateng, Kompany è fuori posizione, Sagna chiude la diagonale ma lo scontro fisico con l’avverario è impari. Lewandowski, anche con un pizzico di buona sorte, sfrutta le sue capacità aree per segnare la rete del momentaneo vantaggio.
IMG_0084
Il ribaltone
Quando il cronometro segna il minuto 86 succede quello che non ti aspetti ma che i tifosi di casa speravano. Alonso e Boateng (forse due dei migliori in campo), in zone del campo ad alto rischio, regalano banalmente la palla agli avversari che tramutano in rete grazie ad un bomber di alto livello come Aguero.
Antonio Federico Miniaci

Annunci


Categorie:Analysis & Tactics

Tag:, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: