Gli erranti di Sydney

Continua il nostro viaggio attraverso i continenti per scoprire le storie e le curiosità dei protagonisti che si affronteranno, fino all’ultima goccia di sudore, per la conquista del mondiale per club che avrà luogo in Marocco. Mancano venticinque giorni all’inizio della competizione e dopo aver fatto la nostra prima tappa in Nuova Zelanda, ad Auckland city, per conoscere la giovanissima realtà di una delle partecipanti al torneo, l’Auckland Fc, ci recheremo in Asia, nelle due americhe, in Africa e in Europa, terra di conquista del Real Madrid. Per quanto riguarda il rapporto tempo e miglia da percorrere saremo più ambiziosi di Fogg e Passepartout, temerari protagonisti del giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne.
I Wanderers
A una distanza di 2153 km da Auckland city giungiamo alla seconda tappa dell’itinerario: Sydney, quartiere finanziario di Paramatta, che solo nel 2012 ha visto nascere il Western Sidney Wanderers Fc, vincitore quest’anno dell’ AFC, la champions league asiatica, a termine di una doppia sfida combattutissima contro gli arabi dell’ Al-Hilal, incoronato come miglior club asiatico del XX secolo dall’ international federation of footbal history & statistics nel 2009; una vittoria prestigiosissima per il calcio australiano che nell’ultimo decennio si è affermato con sempre più vigore nel mondo del pallone che conta.
I Wanderers (gli “erranti”), che come tutte le squadre australiane partecipano alla coppa dei campioni asiatica e non a quella oceanica, giocano i loro match nel Paramatta stadium che, con i suoi ventimila posti destinati ad aumentare per i lavori di espansione dell’impianto, è un teatro rugbistico oltre che calcistico. L’arena ha vissuto i suoi momenti di maggior gloria quando nel 1987 e nel 1993 ospitò rispettivamente i concerti di Michael Jackson e Paul McCartney.
Caratterizzati da casacche con strisce nere e rosse verticali, gli “erranti”, sin dalla loro nascita, hanno da subito acceso il derby cittadino contro il Sydney Fc, squadra della zona est della città, che ha avuto il grande onore di ospitare dal 2012 al 2014 la leggenda del calcio italiano e internazionale Alessandro Del Piero; insieme al centrocampista giapponese dei Wanderers, Shinji Ono, Pinturicchio detiene con 2 reti segnate il primato di scorer della stracittadina. Per le due squadre di Sydney la situazione è di totale pareggio negli scontri faccia a faccia, con tre vittorie ognuna ed un pareggio.
Ancora alla ricerca della conquista del primo titolo nazionale, la A-league, il Western City Wanderers è guidato dall’allenatore croato ed ex giocatore Tony Popovic, che chiederà il massimo ai suoi giocatori per arrivare il più lontano possibile nel mondiale per club; si giocherà il 13 dicembre contro il Cruz Azul, squadra di Città del Messico rappresentante l’america del nord, prossima tappa del nostro itinerario. Tra le migliori frecce presenti nella faretra di Popovic troviamo il portiere Ante Covac di origine croata, il difensore Nikolai David Topor-Stanley con i suoi 191 cm ed il bomber Tomi Juric, dotato di buona velocità ed un efficace controllo palla. La montagna che questi uomini dovranno scalare supera la vetta dell’Olympus Mons, la cima più alta del sistema solare che affonda le sue radici rocciose su Marte. Se dovessero vincere contro i messicani, l’armata di re Carlo Ancelotti è lì che li aspetta.
Matteo Fortuzzi

Annunci


Categorie:Storie

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: