Walter Gargano

Walter Gargano: odiato, amato, contestato, applaudito, fischiato. Non è un campione ma riesce a dividere le opinioni della tifoseria e dei critici: difficilmente un giocatore “ordinario” suscita così tante emozioni contrastanti.
Prima, un po’ di storia:
Nel 2012, dopo l’arrivo di Behrami, Gargano abbandonò il Napoli andando in prestito all’Inter. “Sin da piccolo ho tifato Inter” fu la sua prima dichiarazione da nerazzurro, frase che ovviamente sdegnò i suoi ex tifosi e con la quale offese la maglia difesa, anche come capitano, fino a qualche giorno prima. Prima della partenza rinnovò il contratto proprio con il Napoli fino al 2016, raddoppiando l’ingaggio ed arrivando a percepire ben 1,7 milioni a stagione, cifra che lo avvicinò ad Hamsik (l’uruguaiano è più pagato di Mertens, Borja Valero o Asamoah e guadagna il triplo di Jorginho)
Lo stipendio elevatissimo del giocatore e la sonora bocciatura in casa Inter lo resero quasi impossibile da vendere, tanto da andare in prestito l’anno seguente a Parma, dove giocò un discreto campionato. Tornato a Napoli – neanche i ducali lo vollero riscattare – in veste di fischiato, vecchio, scomodo esubero è incredibilmente titolare nel campionato ed in Europa, strappando addirittura applausi agli stessi tifosi che poco prima lo fischiavano. Come mai?
Che carattere!
Il centrocampo del Napoli è un moto continuo, un caos, una confusione di passaggi sbagliati, rimpalli ed errori nel quale emerge solo un numero di maglia: il “77”. Anche nei momenti in cui nessun giocatore della squadra riesce a giocare, Gargano è sempre pronto a spezzare l’azione avversaria e, poco dopo, a lanciare palloni imprecisi, tentando testardamente giocate eccessive per un giocatore dagli evidenti limiti tecnici.
Se in impostazione è un disastro, neanche la fase difensiva ha un bilancio positivo, come dimostrano le tante partite giocate fra Napoli, Inter e Parma nelle quali molti gol subiti sono nati proprio da suoi errori a centrocampo: ogni suo passaggio sbagliato ha lo stesso effetto di un break offensivo avversario che il compagno di turno cerca di tamponare lasciando la propria posizione.
Il paradigma delle sue prestazioni è proprio la recente partita Napoli-Palermo 3-3: le due azioni che portano ai gol della rimonta nascono da sue gravi disattenzioni mentre la rete del momentaneo vantaggio arriva da un suo inaspettato lancio raffinatissimo.
Degna di nota, invece, è proprio la correttezza del suo gioco: nonostante sia un incontrista, è poco falloso, anzi, la maggior parte delle sue ammonizioni deriva da proteste o scaramucce con altri giocatori.
Basterà tanta buona volontà?
Attualmente il Napoli è una squadra fragile e la gran confusione presente di certo non aiuta, anzi complica i progetti di un allenatore come Benitez che fa del possesso palla e della tattica ragionata il suo credo. Non è quindi un caso se il gioco dell’intera squadra si sia involuto per colpa della sua presenza in campo unitamente a quella di un Rafael imprecisissimo che tanto sta facendo rimpiangere i lanci chirurgici di Reina, con i quali lo spagnolo impostava l’azione saltando il centrocampo.
Nel tentativo estremo di trovare una quadratura del cerchio, allora, lo stesso Benitez si affida alle ripartenze veloci ed alle iniziative dei singoli, che tanto ricordano il rinnegato Napoli di Mazzarri, in luogo del bel gioco ammirato a più riprese nelle prime giornate della scorsa stagione.
Insomma, Gargano è un giocatore carismatico che appare sempre sufficiente grazie alla sua corsa, ma nell’economia della partita è poco utile o addirittura dannoso per una squadra che vuol vincere gestendo il gioco.
Federico Norberto Quagliuolo

Annunci


Categorie:Storie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: