La Nueva Catedral

Da circa un anno la Catedral del calcio di Bilbao ha lasciato il passo alla nuova casa dell’Athletic, un capolavoro bianco-rosso da poco più di 53.000 posti costato 173 milioni. Il San Mamès Barrìa, sorto sul crinale del vecchio storico stadio dei baschi, si attesta tra gli impianti a cinque stelle del panorama europeo, grazie a una funzionalità degna della modernità che esprime e di una cura del dettaglio oggi elemento imprescindibile per uno stadio di nuova generazione destinato a ospitare alcune gare di Euro 2020. L’ambizioso progetto dell’architetto Azkarate, iniziato nel 2006 e portato a pieno compimento nel giro di 8 anni, si ispira, almeno per per la rete metallica che ne regola l’illuminazione esterna, trasparente di giorno e rosso fuoco nei match-days, all’Alleanza Arena. Il cuore è un riuscito tentativo di non dispersione della passione basca che ha sempre reso il vecchio San Mamès uno degli stadi più caldi della Spagna, con infinita ellisse che sembra avvolgere tutto ciò che accoglie. Poi uno slancio verso il futuro, con 40 uffici, il ristorante, lo store ufficiale e il museo del club. Più avanti, nell’area sotterranea, sorgeranno una palestra, una piscina e un centro medico sportivo e il Barrìa si classificherà tra i vanti della comunità basca.

12707_C_A_0050_IMAGENES_Vista_A_rea_1

Un’innovazione che non si dimentica del passato e che non arrecherà nessun trauma al popolo dell’Athletic, legatissimo alla propria storia e alla propria casa e che, sulla scia dello splendido quarto posto conquistato nella scorsa Liga, con 70 punti alle spalle del trio formato dal Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona, si sta godendo lo spettacolo della Champions League dopo 14 anni di dura astinenza. Al di là delle ambizioni e delle possibilità dei baschi, il risultato sarà un tuffo in un chiassoso oceano rosso, dall’illuminazione ai seggiolini, fino al tunnel che dagli spogliatoi porta al campo. Per chi non può ammirarla, è una scatola completamente tinta, compresi soffitto e pavimento, che accoglie le due squadre prima dei gradini che salutano il mezzo busto del Pichichi, Rafael Moreno Aranzadi, e portano al campo. L’aria che si respira non tradisce le aspettative, con un terreno di gioco a pochi passi dalle tribune e un clima che fotografa appieno la sacralità a cui la gente del Bilbao è abituata.

SMExterior_27-08-2014

Annunci


Categorie:Stadi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: